NOTIZIE DA SPAZIO ITALIA INGOLSTADT

Care Amiche ed Amici di Spazio Italia,

mentre scriviamo ci auguriamo di sapervi tutti in salute e ben lontani da questo nemico invisibile che ha modificato le nostre vite nell’arco di poche settimane.

Come tutti sapete, le nostre attività mensili sono state sospese a data da destinarsi ; i nostri progetti per il momento solo in attesa di poter realizzarsi concretamente e con l’ansia di poterli condividere nuovamente con Voi tutti.

La nostra speranza é che i prossimi mesi ci possano restituire una normalità seppur diversa la quale ci permetta di poter vivere, lavorare e realizzare quanto ciò che desideriamo.

Noi comunque ci siamo, sul nostro blog, sulla nostra pagina di Facebook , con la nostra mail attraverso la quale potete sempre raggiungerci spazio@spazioitaliaingolstadt.de.

Cerchiamo di aggiornarvi in tempo reale sulla situazione che stiamo vivendo, per offrirvi le notizie e le comunicazioni che arrivano dal governo federale, dal governo centrale, dal nostro Consolato, dalla nostra Ambasciata e dal Comites di Monaco di Baviera

Siamo a disposizione attraverso la nostra mail e la pagina Facebook per domande o dubbi circa le prestazioni sociali in Germania nel periodo dell’emergenza per l’epidemia da Coronavirus e ció che riguarda la burocrazia consolare.

Vi ricordiamo inoltre che per la Regione Ingolstadt ,Neuburg ,Eichstätt, Pfaffenhofen sono a disposizione

-Il Corrispondente Consolare Piero Benini 0841 -41802 -piero.benini@web.de-

-le Consigliere del Migrationsbeirat Anna Benini e Cristina Martin

-Il Patronato Inca Cgil e.V Simona Viacelli 0151 100 77 412 -ingolstadt@inca.it-

Auguriamo a Voi tutti di restare in salute ed un caro saluto

A presto!

Il Team di Spazio Italia Ingolstadt

CORONAVIRUS: RIDUZIONE DEI SERVIZI CONSOLARI

A causa dell’emergenza CORONAVIRUS, si informa che il Consolato Generale limiterà fino a data da destinarsi l’accesso al pubblico, al fine di assicurare la salute degli utenti e del personale.

Tutti i connazionali interessati sono pertanto invitati a riprendere contatto ad emergenza sanitaria terminata.

Per indirizzi consulta la pagina: Gli_Uffici

Saranno comunque garantiti i servizi essenziali tramite una Task Force ad essi dedicata. Pertanto, in caso di assoluta e comprovata urgenza, si prega di mettersi in contatto con gli uffici del Consolato Generale.

Per indirizzi consulta la pagina: Gli_Uffici

Laddove possibile e fino a nuove disposizioni, alcuni servizi saranno comunque erogati a distanza (via email o per posta) o in via telematica (es. Iscrizioni AIRE e cambi di indirizzo attraverso il portale Fast It).

Attenzione: in caso di evidenti sintomi influenzali, si suggerisce di contattare le competenti Autorità sanitarie e di NON recarsi in Consolato.

Hotline ministero della Salute bavarese: 09131 6808 5101   coronavirus@lgl.bayern.de

Guardia Medica: 116117

Chiunque si sia recato in Italia negli ultimi 14 giorni è tenuto a rimanere presso la propria abitazione.

RACCOMANDAZIONI DELLE AUTORITA’ SANITARIE TEDESCHE

Per quanto riguarda le raccomandazioni sanitarie delle autorità tedesche, si possono trovare tutte le informazioni sul sito del Robert Koch Institute e del Ministero Federale della Sanità (anche in inglese). In particolare si segnalano le informazioni presenti nell’apposita scheda informativa plurilingue.

Nei singoli Länder sono stati istituiti diversi numeri verdi per informazioni o segnalazioni riguardanti il Coronavirus. Nella circoscrizione consolare di Monaco di Baviera si consiglia di rivolgersi alla Hotline dedicata del Land raggiungibile per telefono +49 9131 6808 5101) o per email coronavirus@lgl.bayern.de, al proprio medico di base oppure alla guardia medica (116117).

Al momento, le autorità sanitarie tedesche raccomandano:
· a chi negli ultimi 14 giorni sia entrato in contatto con persone di cui sia provata l’infezione da coronavirus: di rimanere in casa e di prendere immediatamente contatto telefonico con le competenti autorità sanitarie.
· a chi negli ultimi 14 giorni si sia recato in un’area definita dal Robert Koch Institut come area a rischio (inclusa l’Italia), in Svizzera o in Austria, anche in assenza di specifici sintomi: di evitare i contatti non necessari con le altre persone e di rimanere in casa, nel limite del possibile. Nel caso dovessero comparire sintomi riconducibili al virus (febbre, tosse secca), tali soggetti sono invitati a prendere contatto telefonico con le competenti autorità sanitarie o con un medico di base. Le persone che presentano i sintomi sono invitate a seguire le raccomandazioni relative al frequente lavaggio delle mani e alla necessità di coprire la bocca (nell’incavo del gomito o con un fazzoletto, da gettare immediatamente dopo) quando si tossisce o si starnutisce.
· a chi negli ultimi 14 giorni si sia recato in altre aree in cui si sono registrati casi di contagio e presenti sintomi riconducibili al Covid – 19 (febbre, tosse secca): di evitare i contatti non necessari con le altre persone, di rimanere in casa, nel limite del possibile, e di prendere contatto telefonico con le competenti autorità sanitarie o con un medico di base.
L’Ufficio sanitario competente può essere ricercato qui.

CORONAVIRUS: AIUTO IMMEDIATO PER MICRO-IMPRESE E LAVORATORI AUTONOMI (SOLO-SELBSTSTӒNDIGE)

Il Governo federale ha approvato un programma di aiuti per micro-imprese in tutti i settori e lavoratori autonomi e libere professioni, i quali normalmente non ottengono crediti e che dispongono di sicurezze o ulteriori introiti.

Punti chiave del programma di aiuto immediato:

  • Aiuto finanziario immediato per imprese da tutti i settori economici così come „Solo-Selbstständige“, liberi professionisti fino a 10 dipendenti:

    Fino a 9.000 €: contributo a fondo perduto per 3 mesi con fino a 5 dipendenti (equivalenti a tempo pieno)

    Fino a 15.000 €: contributo a fondo perduto per 3 mesi con fino a 10 dipendenti (equivalenti a tempo pieno)

  • Se il locatore riduce il canone di locazione di almeno il 20%, il contributo eventualmente non esaurito può essere utilizzato anche per ulteriori due mesi.

  • Obiettivo: contributo per assicurare la sussistenza economica del richiedente per una fase di transizione in caso di acuta restrizione di liquidità derivante, tra l’altro, da costi di funzionamento correnti come affitti, crediti per spazi aziendali, quote di leasing etc. (anche a complemento di programmi degli Stati federati).

  • Requisiti: difficoltà economiche a seguito di Corona. L’impresa non deve aver avuto difficoltà economiche prima di marzo 2020. l danno deve essere emerso dopo l’11 marzo 2020.

  • Presentazione della domanda: possibilmente elettronica. Deve essere assicurata una minaccia alla sussistenza o restrizione di liquidità a causa di Corona.

  • Dati tecnici: stanziamento dei fondi da parte dello Stato federale; amministrazione da parte del Ministero federale dell’Economia e dell’Energia (BMWi), autorizzazione (elaborazione delle richieste, erogazione dei finanziamenti, eventuale richiesta di rimborso dei mezzi finanziari da parte degli Stati federati/Comuni; base legale: regolamento federale „Aiuti di stato per le piccole imprese 2020″. In linea di principio è possibile l’accumulazione con altri aiuti in connessione con la pandemia Corona, ma anche con altri aiuti “de minimis“. Una compensazione eccessiva deve essere restituita. Nella determinazione dell’imponibile dell’imposta sul reddito delle persone fisiche o giuridiche (Einkommens- / Körperschaftsteuer) del 2021 questo contributo verrà preso in considerazione come utile.

  • Volume del programma: fino a 50 miliardi di euro con massimo esaurimento di 3 milioni di autonomi e micro-imprese per 3+2 mesi. Mezzi finanziari non impiegati saranno restituiti a bilancio.

Il testo originale in tedesco è disponibile sul sito del BMWi al seguente link (formato PDF)

Il programma di aiuti è erogato tramite i singoli Land: pertanto quanti abbiano attività imprenditoriali o professionali in Baviera, devono fare riferimento alle istruzioni del Bayerisches Staatsministerium für Wirtschaft, Landesentwicklung und Energie, presenti al seguente link del StMWi

DALL’ AMBASCIATA ITALIANA A BERLINO CORONAVIRUS – Indicazioni relative all’emergenza COVID-19

https://ambberlino.esteri.it/ambasciata_berlino/it/in_linea_con_utente/covid-19

I connazionali che, dopo aver letto le informazioni sopra riportate (e in particolare le pagine “Ingresso in Germania e rientro in Italia” e FAQ sulla possibilità di rientro in Italia del MAECI), avessero bisogno di ulteriori informazioni relative all’emergenza Coronavirus possono chiamare il numero tel. 0049 30 25440-0 dal lunedì al venerdì dalle ore 09:00 alle ore 18:00. Nei giorni festivi può essere chiamato lo stesso numero, unicamente per situazioni di emergenza.

PROROGA DI VALIDITÀ DEI DOCUMENTI DI RICONOSCIMENTO E DELLE PATENTI DI GUIDA

L’art. 104 del Decreto Legge del Governo italiano n. 18/2020 ha disposto la proroga di validità dei documenti italiani di riconoscimento e di identità già scaduti o in scadenza successivamente alla data di entrata in vigore del Decreto Legge (17.03.2020). La validità dei documenti (inclusi passaporti e carte d’identità) è prorogata fino al 31.08.2020 ai fini della sola identificazione personale; quindi i documenti scaduti non sono validi per viaggiare.

Inoltre il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, in applicazione dell’art. 103 del predetto Decreto Legge, ha prorogato la validità delle patenti di guida italiane, in scadenza dal 31.01.2020, fino al 31.08.2020.

La proroga dei documenti italiani è stata comunicata ufficialmente alle Autorità tedesche; nel caso queste non riconoscessero la validità di tali documenti, è possibile segnalarlo ad uno dei seguenti indirizzi mail: passaporti.berlino@esteri.it / ci_ambberl@esteri.it oppure al n. tel. + 49 (0)30 25440-145/-151/-153.

Aggiornamenti dall’Ambasciata di Berlino

Ottime notizie!
Dal 21 marzo la società Südtirol Bus ha ripristinato il servizio shuttle da Monaco a Bolzano a partire dalle ore 9.00 con 4 corse giornaliere. Prenotazioni sul sito www.suedtirolbus.it.

————

Ricordiamo a tutti i connazionali che le Autorità tedesche hanno ripristinato i controlli di frontiera, non solo ai varchi di terra, ma anche negli aeroporti.

Il transito verso l’Italia è consentito, ma solo se si può dimostrare (con biglietto, prenotazione, ecc.) che si continuerà il viaggio verso l’Italia.
A parte i casi di transito verso il proprio Paese di origine o di domicilio, l’ingresso in Germania è consentito solo ai cittadini tedeschi, ai cittadini stranieri che vi sono residenti (“angemeldet”), a chi entri per documentati motivi di lavoro o per motivi “stringenti” (come ad esempio: lutto in famiglia, ricongiungimento con coniuge, motivi sanitari).
Non mettetevi in viaggio se non rispettate queste condizioni, perché potreste essere respinti alla frontiera.